Fonte: 01Net

Google ha annunciato oggi di aver siglato un accordo per l’acquisizione di Looker, una piattaforma integrata di business intelligence e analytics.

Si tratta di una transazione in contanti da 2,6 miliardi di dollari, che quando sarà conclusa, dopo le approvazioni di prassi, farà confluire Looker in Google Cloud.

Per Frank Gens, Vice Presidente Senior e Chief Analyst di Idc, l’operazione testimonia che il mercato degli analytics sta crescendo molto velocemente: “Google Cloud è uno dei leader nel mercato del data warehouse e l’aggiunta di Looker rafforzerà ulteriormente la sua capacità di soddisfare le esigenze dei clienti aziendali e allo stesso tempo promuoverà il loro impegno nel multicloud“.

Secondo le intenzioni della società di Mountain View, riportate in una nota, l’aggiunta di Looker a Google Cloud dovrà fornire ai clienti una soluzione di analytics più completa, dall’integrazione dei dati per gli insight agli analytics integrati e le visualizzazioni, consentendo alle aziende di sfruttare la potenza dell’analisi, del machine learning e dell’intelligenza artificiale.

La stessa nota riporta che il ceo di Google Cloud, Thomas Kurian, indica che “Google Cloud viene utilizzato da molte delle organizzazioni leader nel mondo per l’analisi e il processo decisionale. La combinazione di Google Cloud e Looker consentirà loro di sfruttare i dati in nuovi modi per guidare la loro trasformazione digitale“.

Kurian ha anche affermato che la società rimarrà fedele alla propria strategia multicloud, puntando a mantenere ed espandere “le capacità di Looker per analizzare i dati attraverso i cloud”.

Il ceo di Looker, Frank Bien, ritiene che le risorse di Analytics di Cloud Infrastructure “collaboreranno per creare un percorso per i clienti e partner. Insieme stiamo reinventando ciò che significa risolvere problemi di business con dati su scala e valori completamente diversi“.

L’acquisizione si basa su una partnership esistente in cui le due società condividono più di 350 clienti comuni, tra cui Buzzfeed, Hearst, King, Sunrun, WPP Essence e Yahoo!.

L’acquisizione di Looker dovrebbe essere completata entro la fine dell’anno ed è soggetta alle consuete condizioni di chiusura, inclusa la ricezione delle approvazioni normative.

Looker è una piattaforma di dati unificata che porta le informazioni aziendali utili a ogni dipendente nel punto dove viene presa la decisione. La piattaforma è utilizzata da oltre 1.700 aziende, fra cui Amazon, Etsy, IBM, Kickstarter, Lyft, Sony, Spotify e The Economist.

La società ha sede a Santa Cruz, in California, con uffici a San Francisco, New York, Boulder, Londra, Tokyo e Dublino, in Irlanda.

Gli investitori di Looker sono CapitalG, Kleiner Perkins Caufield & Byers, Meritech Capital Partners, Premji Invest, Redpoint Ventures e Goldman Sachs.

Fonte: 01Net

Share This